Termini e condizioni

A cadenza trimestrale o semestrale, la ditta “Collezioni della Lira” (di seguito denominata “La Lira”) mette in vendita una selezione di oggetti a catalogo, con la modalità dell’asta online e per corrispondenza. I potenziali acquirenti sono pregati di consultare le seguenti condizioni di vendita prima di formulare offerte:

1. La Lira agisce in qualità di mandataria con rappresentanza in nome proprio e per conto di ciascun venditore, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1704 del cod. civ. La vendita è da considerarsi avvenuta tra il venditore e l’acquirente, pertanto La Lira non assume nei confronti degli acquirenti e di terzi in genere altre responsabilità all’infuori di quelle derivanti dalla propria attività di mandataria. Ogni responsabilità ex artt. 1476 ss. cod. civ. continua a gravare in capo ai venditori delle opere.
2. Le vendite si effettuano al miglior offerente e si intendono per “contanti”. La Lira riterrà unicamente responsabile del pagamento l’aggiudicatario.
3. Il potenziale acquirente si impegna, prima di formulare la propria offerta, a prendere visione dei lotti ai quali è interessato non soltanto tramite catalogo ma, qualora possibile, recandosi in sede negli orari di negozio per valutare di persona le condizioni degli oggetti. In alternativa è data la possibilità di richiedere informazioni e fotografie dettagliate chiamando il numero 3472366214 o scrivendo a collezionidellalira@gmail.com.
4. I lotti in catalogo sono venduti nello stato in cui si trovano al momento dell’esposizione, pertanto non verrà accettata alcuna contestazione circa difetti, rotture o restauri (che, laddove non esplicitamente segnalati, in nessuna circostanza potranno essere considerati vizi occulti).
5. Le descrizioni contenute nel catalogo e sul sito hanno carattere approssimativo e riflettono la nostra personale opinione circa epoca e provenienza degli oggetti, pertanto La Lira non potrà essere ritenuta responsabile di eventuali omissioni o errori di alcun genere.
6. Le stime pubblicate in catalogo e sul sito sono puramente orientative per i potenziali acquirenti e non offrono garanzie circa il valore reale dell’oggetto, che potrà essere inferiore, superiore o compreso nel range indicato.
7. Per alcuni lotti potrebbe essere previsto un prezzo di riserva superato il quale l’oggetto verrà automaticamente aggiudicato. In caso contrario La Lira valuterà se accettare la proposta del miglior offerente o dichiarare il lotto invenduto.
8. Gli oggetti sono aggiudicati al miglior offerente; in caso di disputa tra più aggiudicatari, il lotto conteso verrà, a insindacabile giudizio del direttore, rimesso in vendita nel corso della medesima sessione d’asta e nuovamente esitato. Ogni offerente si assume la responsabilità personale di corrispondere il prezzo di aggiudicazione, comprensivo della commissione dei diritti d’asta, di ogni imposta dovuta e di qualsiasi altro onere applicabile. La Lira si riserva la facoltà di ritirare dall’asta qualsiasi lotto, abbinare e separare i lotti, nonché variare l’ordine di vendita.
9. Nell’eventualità che l’offerente risulti impossibilitato a partecipare all’asta online, La Lira può accettare mandati per l’acquisto (offerte scritte e telefoniche). Le offerte saranno eseguite per conto dell’acquirente al minimo prezzo possibile tramite appositi rilanci effettuati dal direttore. Le offerte scritte sono valide entro dodici ore dall’inizio dell’asta. Ogni offerente, nel compilare la scheda di offerta scritta, è tenuto a comunicare le proprie generalità, indicando nome, cognome, indirizzo e carta di identità. L’omissione di anche solo uno dei suddetti campi farà sì che l’offerta non verrà ritenuta valida. In presenza di due offerte identiche prevarrà quella ricevuta per prima.
10. Al prezzo di aggiudicazione vanno aggiunti i diritti d’asta pari al 15% sul prezzo finale. L’acquirente dovrà effettuare il pagamento non oltre sette giorni dalla data di aggiudicazione. Decorso tale termine La Lira non sarà più tenuta alla custodia dei lotti né sarà responsabile di eventuali danni ad essi arrecati. La Lira si riserverà inoltre il diritto di agire in via giudiziale per ottenere l’esecuzione coattiva dell’obbligo di acquisto, oppure di restituire il bene al mandante, esigendo a titolo di penale da parte del mancato acquirente il pagamento delle commissioni perdute. Qualunque rischio per perdita o danni al bene aggiudicato si trasferirà all’acquirente dal momento dell’aggiudicazione.
11. Per gli oggetti eventualmente sottoposti alla Notifica dello Stato, ai sensi degli articoli 2, 3 e 5 della legge 1/6/1939 n. 1089 e successive modifiche, gli acquirenti sono tenuti ad osservare tutte le disposizioni legislative in materia, con relativi oneri a loro esclusivo carico e, ricorrendone i presupposti, sarà applicato il diritto di cui al D.Lgs 13.2.2006 n. 118.
12. Il diritto di seguito verrà posto a carico del venditore ai sensi dell’art. 152 della L.22.04.1941 n. 633, come sostituito dall’art. 10 del D.Lgs 13.02.2006 n. 118.
13. Il presente regolamento viene accettato automaticamente da quanti concorrono alla presente vendita.

14. Tutti gli oggetti, a meno che non siano formati in tutto o in parte da materiali quali vetro, cristallo e porcellana, possono essere spediti. Il costo di spedizione varia a seconda del peso dell'oggetto e va sempre a sommarsi ad un costo di imballaggio soggetto a variazioni analoghe. Si consiglia di chiedere sempre informazioni sulle modalità di spedizione.


Aste attive